Categorie
Riabilitazione

Fisioterapia spalla dopo l’operazione chirurgica

Gli interventi chirurgici alla spalla sono molto frequenti e la fisioterapia alla spalla operata è tra le cure più frequentemente richieste.

Fisioterapia alla spalla operata

Come valuti questa pagina?

Voti: 15 Media: 4.1

Fisioterapia spalla dopo l’operazione chirurgica

Gli interventi chirurgici al complesso articolare della spalla sono molto frequenti e la fisioterapia alla spalla operata è una tra le cure più frequentemente richieste dalla popolazione.

Nel nostro studio di Fisioterapia a Chiasso, il trattamento della spalla operata è un percorso riabilitativo che viene strutturato in varie fasi in base a:

  • patologia
  • tempi biologici di guarigione dei tessuti: legamenti, tendini, ossa hanno capacità di guarigione differenti
  • richieste funzionali del braccio
esercizi spalla elastico
A seguito di un intervento chirurgico, la fisioterapia alla spalla è fondamentale per il recupero

In questo articolo ti spiegherò come la fisioterapia alla spalla operata permette di:

  • controllare il dolore post operatorio
  • recuperare il movimento
  • incrementare la forza
  • recuperare gesti della vita quotidiana, lavorativi e/o atletici

Durante la fisioterapia alla spalla operata la collaborazione tra ortopedico e fisioterapista è di fondamentale importanza.

 

Le indicazioni che le due figure professionali ti forniranno durante tutte le fasi sono rilevanti per poter rendere l’intervento chirurgico e la riabilitazione ottimali.

La cooperazione tra paziente,ortopedico e fisioterapista è utile nelle tre fasi

  • pre-operatoria
  • post operatoria
  • riabilitativa

Non trovi quello che fa per te?
Non Aspettare Chiamaci

La fisioterapia:
cosa fare prima dell’intervento

La fisioterapia alla spalla che deve essere operata è sottovalutata da molte persone.

 

Nel caso di intervento chirurgico volto a risolvere una problematica cronica di dolore alla spalla (come la lesione alla cuffia dei rotatori, l’instabilità dovuta a frequenti lussazioni o la sindrome da conflitto) la riabilitazione pre intervento permette di migliorare i risultati post operatori.

 

In questa fase il compito del fisioterapista è quello di

  • ridurre lo stato infiammatorio di cui può soffrire la spalla
  • recuperare i movimenti del braccio in tutte le direzioni
  • rinforzare i muscoli che, con il periodo di immobilità obbligata post-intervento, tenderanno a perdere forza

hai bisogno di aiuto?

Siamo qui per te, qualsiasi cosa succeda.

Fisioterapia alla spalla operata: I tempi di recupero

La domanda che molti pazienti mi fanno dopo un’operazione alla spalla è: quanto tempo ci vorrà per tornare come prima? Ciò che è importante sapere è che…

 

I tempi di recupero dopo un intervento alla spalla, come detto in precedenza, variano in relazione a tre fattori:

 

La tecnica chirurgica

Solitamente per le operazioni alla spalla si ricorre alla tecnica chirurgica artroscopica, ossia una tecnica mini-invasiva che permette al chirurgo di intervenire con microscopi ottici con il vantaggio di non dover effettuare tagli.

Di conseguenza i tempi di recupero sono ridotti rispetto a quelli successivi ad un intervento a “cielo aperto”.

 

La patologia

Altro fattore che influenza la durata della riabilitazione alla spalla è la patologia.

 

Le disfunzioni articolari, che nella maggior parte dei casi richiedono l’artroscopia di spalla, sono:

  • lesione della cuffia dei rotatori: lesione di uno o più tendini che compongono un gruppo di quattro muscoli che controllano l’articolazione in tutti i suoi movimenti.
  • lussazioni: dislocazione dell’omero dalla sua sede rispetto alla scapola
  • sindromi da conflitto sub-acromiale: condizione dolorosa della spalla quando si eleva il braccio sopra la testa. Questa condizione molto spesso viene trascurata e se non trova risoluzione con il trattamento conservativo, richiede l’intervento chirurgico

 

Richieste funzionali dell’arto superiore

Se sei un’atleta che usa il braccio per compiere gesti sportivi, avrai bisogno di un percorso più lungo e intensivo per recuperare al meglio le capacità di movimento della spalla

 

In base a questi 3 fattori il recupero dopo un intervento chirurgico alla spalla dura solitamente dai 3 ai 12 mesi.

  • Per interventi chirurgici dopo una lussazione di spalla i tempi di recupero sono da 3 a 5 mesi, dettati principalmente dalla tecnica chirurgica impiegata;
  • Per un interventi di sutura della cuffia dei rotatori, i tempi di recupero sono definiti dalla quantità di tendini che sono stati riparati. Il tempo medio è dai 4 ai 6 mesi;
  • Per interventi di protesizzazione di spalla i tempi si allungano perché si tratta di operazioni invasive. Il tempo medio di riabilitazione va dai 6 ai 12 mesi.

Hai qualche domanda da farci?
Siamo qui per te!

Oppure puoi Scriverci

Uno dei nostri terapisti ti risponderà al più presto

Fisioterapia spalla operata: in cosa consiste

La fisioterapia alla spalla operata inizia nel periodo post operatorio con la prima valutazione. Durante l’incontro il fisioterapista visiona le indicazioni del medico chirurgo per conoscere:

  • la durata dell’immobilità protettiva
  • la durata del recupero articolare e muscolare
  • eventuali precauzioni da adottare durante le prime fasi della fisioterapia

 

Queste indicazioni sono fondamentali per redigere un programma riabilitativo personalizzato che ti permetta di recuperare la funzionalità del braccio nel più breve tempo possibile  rispettando la riparazione dei tessuti.

 

Il piano terapeutico si divide in tre fasi:

 

La fase acuta: cosa succede nel primo periodo post intervento

E’ il periodo in cui la spalla è immobilizzata da un tutore per un periodo compreso tra i 20 e i 30 giorni a seconda dell’intervento chirurgico subito.

 

In questa fase è importante muovere passivamente e con cautela tutte le articolazioni del braccio.

 

Mobilizzando le articolazioni della mano, del polso, dell’avambraccio e del gomito è possibile

  • ridurre il dolore, conseguenza dell’infiammazione e dell’immobilità
  • vincere la paura nei confronti del movimento
  • aumentare la vascolarizzazione dei tessuti dell’intero braccio portando ossigeno e sostanze nutritive utili a massimizzare il processo di guarigione

 

Consiglio: in questo periodo è importante rispettare il dolore perché segno dell’infiammazione ancora presente. Nel primo mese sarà normale sentire la spalla dolorosa a fine giornata e nelle ore notturne.

Sarà utile utilizzare il ghiaccio e seguire le indicazioni del fisioterapista al fine di ridurre al minimo lo stato infiammatorio.

 

Fase di riabilitazione iniziale: l’importanza del recupero articolare della spalla.

Di norma inizia dopo la visita di controllo ortopedico con lo svezzamento dal tutore.

 

Il fisioterapista, rispettando le regole anatomiche e di guarigione dei tessuti, inizia a muovere la spalla per recuperare l’ampiezza di movimento.

 

I benefici della terapia manuale in questa fase sono:

  • riduzione del dolore
  • rinforzo delle strutture in fase di guarigione

 

Oltre al recupero del movimento, l’obiettivo di questa fase è quello di stimolare i muscoli per muovere la spalla in maniera attiva durante i periodi di riabilitazione successivi.

 

Può essere utile ricorrere anche all’idrokinesiterapia, ossia la fisioterapia in acqua.

 

Consiglio: questo è il momento in cui bisogna essere pazienti e insistere con la fisioterapia.

I miglioramenti saranno piccoli e graduali e è facile cedere allo sconforto.

Durante questa fase il fisioterapista ti darà degli obiettivi settimanali da raggiungere per renderti consapevole dei progressi.

 

Fase finale della riabilitazione: sprint finale per la mobilità completa e il momento del rinforzo muscolare

Gli obiettivi riabilitativi della spalla operata sono:

  • il recupero completo del movimento della spalla
  • recupero della forza muscolare di tutto il braccio.

 

E’ la fase più lunga della periodo post operatorio durante la quale la terapia manuale e l’esercizio terapeutico devono essere svolti in maniera costante.

 

Il programma di esercizio attivo viene strutturato rispettando la capacità di carico della spalla operata e mira ad allenare molti gruppi muscolari tra cui la cuffia dei rotatori.

 

Gli esercizi alla cuffia dei rotatori dopo un intervento chirurgico devono essere eseguiti secondo criteri di progressione graduali.

In questo puoi vedere 5 esercizi utili per il rinforzo dei muscoli della cuffia dei rotatori.

hai bisogno di aiuto?

Siamo qui per te, qualsiasi cosa succeda.

Il ritorno alla vita quotidiana e/o allo sport

E’ il periodo in cui bisogna massimizzare il recupero delle capacità di carico della spalla, la forza muscolare e la propriocezione, ossia la capacità di coordinazione.

 

L’esercizio terapeutico è inserito in un programma di esercizi da attuare durante le sedute di fisioterapia, solitamente svolte nella palestra riabilitativa, e in autonomia presso il proprio domicilio.

 

Nel caso dell’atleta è utile inserire gli esercizi in un programma di allenamento condiviso dal fisioterapista in collaborazione con il preparatore atletico.

Per l’atleta che deve ritornare a fare sport, è fondamentale che fisioterapista e preparatore atletico stabiliscano un adeguato protocollo di esercizi di rinforzo.

Conclusioni

La fisioterapia alla spalla operata è un percorso che deve rispettare i tempi di guarigione dei tessuti per permettere alla spalla di raggiungere il più alto grado funzionalità.

 

Il piano terapeutico condiviso dall’ortopedico e dal team di Fisio Salute Chiasso è sempre strutturato e personalizzato in base al tipo di intervento.

 

I fisioterapisti del Centro sanno offrirti la professionalità necessaria per aiutarti nel  percorso di riabilitazione.

Matteo Pini
Ha lavorato come fisioterapista presso numerose strutture mediche nell’area Italia e Svizzera.
 
Negli ultimi anni ha acquisito competenze in Fisioterapia Dermato Funzionale, ed ha deciso di far nascere questo progetto.
 
Ha effettuato numerosi corsi, fra cui Spinal Manipulation Institute, Orthopedic Manual Therapy (C.O.M.T.), presso Manual Concepts, Master in Terapia Manuale e Riabilitazione Muscolo Scheletrica, presso GSTM e Università Bicocca.
 
Vuoi saperne di più? Guarda la pagina personale di Matteo.

Elettroterapia antalgica

Con il termine elettroterapia si intende la somministrazione di correnti con la finalità di stimolazione neuromuscolare o antalgiche, come la TENS.

Hai qualche dubbio?

Vieni a trovarci

Siamo a Chiasso,
Viale A. Volta 16

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue scelte nella cookie policy!

Questo succede perchè il servizio “Google Maps” usa cookies che hai deciso di tenere disabilitati. Per poter visualizzare correttamente questo contenuto ti consiglio di attivare i cookies.: Clicca per aprire le tue preferenze sui cookies.

orari studio

Lun: 09 – 20
Mar: 09 – 20
Mer: 09 – 20
Gio: 09 – 20
Ven: 09 – 20
Sab: 09 – 12
Dom: Chiuso

Leggi alcuni dei nostri ultimi articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *